2021 - GDA - GRUPPO D'ACQUISTO VINI

GdA CdG n.05/2021 - Cantine FRENTANA e SANGRO

Per festeggiare la fusione tra la Cantina Frentana e la Cantina Sangro, Vi presentiamo alcuni prodotti delle due aziende...ben conosciuti ed apprezzati da molti di Voi.
D'altronde l'estate si avvicina....carpe diem!




LINEA COSTA DEL MOLINO - FRENTANA
Cassa da 6 btl di Cococciola 2020 €.25,00 - Btl €. 5,00
Cassa da 6 btl di Passerina 2020 €.25,00 - Btl €. 5,00
Cassa da 6 btl di Pecorino 2020 €.25,00 - Btl €. 5,00
Cassa da 6 btl di Cerasuolo 2020 €.25,00 - Btl €. 5,00
Cassa da 6 btl di Montepulciano 2019 €.25,00 - Btl €. 5,00



LINEA TERRA REGIA - SANGRO
Cassa da 6 btl Pecorino 2019 €.20,00 - Btl €.4,00
Cassa da 6 btl Montepulciano Riserva 2017 €.25,00 - Btl €.5,00






LINEA SPUMANTI - FRENTANA
Cassa da 6 btl Pecorino extra dry €.25,00 - Btl €.5,00
Cassa da 6 btl Cococciola brut €.25,00 - Btl €.5,00
Cassa da 6 btl Moscato dolce €.25,00 - Btl €.5,00

Cassa da 6 btl Passerina brut €.20,00 - Btl €.4,50
Cassa da 6 btl Rosè brut €.20,00 - Btl €.4,50






Ritiro presso la CdG a Pescara
Spedizione in tutta Italia con contributo spese


Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 22 AL  31 MAGGIO 2021 

***************




GdA CdG n.04/2021 - AGRICOLA CAPRERA

L'AZIENDA

A Caprera produciamo vino, olio e pasta.
Soprattutto, facciamo agricoltura.
Caprera è 22 ettari di terra in agricoltura biologica su due diversi appezzamenti, poco distanti tra loro ma profondamente diversi nella rispettiva natura. Solo una piccola parte sono a vigneto. C'è tanto bosco, circa 500 ulivi e campi seminativi dove coltiviamo varietà locali di grano, oltre all'apiario e un laghetto che ospita la vita di una variegata fauna selvatica.

Per noi la diversità è ricchezza. L'azienda è un organismo agricolo le cui parti convivono in armonia e ognuna al servizio dell'altra.

Coltivare significa attendere con premura, avere cura.
L'idea del prendersi cura di qualcosa è oggi quasi scomparsa dal processo di produzione del cibo che ci nutre.
Fare agricoltura significa riconoscere la complessità, operare per l'equilibrio, imparare la pazienza, accettare i limiti dell'azione umana sulla natura, osservare, lasciarsi guidare, fare e non fare.


LA STORIA 

Tutto è nato da un bicchiere di vino. Un assaggio folgorante. Il primo vino vero della mia vita. Un viticoltore che diventa un amico, l'esperienza di una vendemmia siciliana, poi una piccola vigna in affitto, così per gioco. I corsi di agricoltura biodinamica e permacultura. Le fiere dei vini artigianali. Organizzarne una nella mia terra insieme ad altri amici. Il richiamo di una terra che avevo sempre visto lontana. Una convinzione maturata giorno dopo giorno. Infine, la decisione di iniziare.



Io - Luca Paolo - ed Alfonso siamo amici di famiglia da sempre. Iniziamo quest'avventura insieme nel 2012, quando ci mettiamo alla ricerca di un pezzo di terra girando in lungo e in largo il nostro Abruzzo. Quando arriviamo a Pietranico, in contrada Vasca, è amore a prima vista. Un senso profondo di libertà e pace. Silenzio di vento e animali selvatici. Intima immersione nel regno della Natura. Un angolo remoto, quasi un eremo, lontano dalle interferenze della modernità. Ci sono ulivi e tanto bosco, ma non c'è vigna. Pazienza. La pianteremo noi, la sceglieremo, la alleveremo. E' qui che deve nascere Caprera.







TREBBIANO D'ABRUZZO DOC - FORTUNA – 2019
fermentazione: spontanea con pied de cuve, non filtrato, non chiarificato
uve: 85% Trebbiano Abruzzese, 15% Passerina
altitudine: 400 m
tipo di suolo: marna azzurra, argilla, calcare
epoca di raccolta: fine settembre
bottiglie prodotte 6.000
alc. 12,5%
abbinamenti consigliati: pesce, zuppe di legumi e vegetali, formaggi affinati, carni bianche




MONTEPULCIANO D'ABRUZZO DOC - LE VASCHE – 2018
fermentazione: spontanea con pied de cuve, non filtrato, non chiarificato
uve: 100% Montepulciano
altitudine: 400 m
tipo di suolo: marna azzurra, argilla
epoca di raccolta: inizio ottobre
bottiglie prodotte 5.000
alc. 14%
abbinamenti consigliati: carni rosse, agnello, carne alla griglia, selvaggina, pesci grassi


CERASUOLO D'ABRUZZO DOC - LE VASCHE – 2019
fermentazione: spontanea con pied de cuve, non filtrato, non chiarificato
uve: 100% Montepulciano
altitudine: 400 m
tipo di suolo: marna azzurra, argilla
epoca di raccolta: metà settembre
bottiglie prodotte 3.000
alc. 13,5%
abbinamenti consigliati: zuppe di pesce, pesce alla griglia, formaggi mediamente affinati, salumi, carni bianche


LA PASTA (...l'olio è finito!)

Una pasta artigianale e agricola. Da annusare, prima ancora che mangiare.

Aperto il pacco, provate a metterci dentro il naso. Sentirete il profumo dei campi di grano e dei mulini, i luoghi in cui nasce questa pasta.

Il grano Turanico (Triticum Turgidum Turanicum), localmente noto come Saragolla, ha un’origine antichissima nella regione persiana del Khorasan. Questo seme non ha subito manipolazioni tecnologiche, ma solo la paziente selezione dei contadini nel corso dei secoli.

Questa pasta ha un elevato contenuto di proteine ma è estremamente digeribile, grazie alla natura debole della maglia glutinica del grano Turanico.

La lavorazione integralmente artigianale - macinatura a pietra, trafilatura al bronzo e lenta essiccazione a basse temperature - preserva al meglio le qualità nutrizionali del grano e conferisce alla pasta un sapore unico, autentico e intenso. 

E’ una pasta buona da mangiare anche al naturale, senza condimento.


LISTINO OFFERTA CdG


TREBBIANO D'ABRUZZO DOC 2019      €.15,00                                  €.11,00 ivato

CERASUOLO D'ABRUZZO DOC 2019    €.15,00                                   €.11,00 ivato

MONTEPULCIANO D'ABRUZZO 2018    €.18,00                                  €.13,00 ivato

PASTA CASARECCE (Saragolla)              €. 3,50                                   €.  2,50 ivato


Spedizione gratuita presso la CdG a Pescara
Spedizione gratuita sopra le 12 btl
Spedizione in tutta Italia con contributo di €.10


Quantitativi limitati a discrezione della Cantina.

Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 10 AL  18 APRILE 2021 

***************

GdA CdG PASQUA 2021 - FRENTANA e SANGRO

Per le imminenti festività Ti proponiamo il Pecorino Torre Vinaria 2019, giunto alla giusta maturazione, ed il Montepulciano d'Abruzzo Riserva Terra Regia 2017 pluripremiato. 
Qui sotto puoi leggere le relative schede tecniche nonché vedere l'offerta veramente imperdibile, limitata nel tempo e nel quantitativo messo a disposizione dalle Cantine. 
Buona Pasqua!


PREZZO €.6,90

PREZZO OFFERTA CDG

€. 5,00 bottiglia da 0,75 l

€. 20,00 cassa da 6 bottiglie




PREZZO €.6,50

PREZZO OFFERTA CDG

€. 5,00 bottiglia da 0,75 l

€. 23,00 cassa da 6 bottiglie



Spedizione gratuita presso la CdG a Pescara
Spedizione in tutta Italia con contributo


Quantitativi limitati a discrezione della Cantina.

Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 21 AL  28 MARZO 2021 
CONSEGNA DAL 30 MARZO

***************

GdA CdG n.03/2021 - GIUSEPPE CALABRESE


L’azienda agricola Calabrese Giuseppe nasce a Saracena, un piccolo paesino ai piedi del Parco Nazionale del Pollino, in provincia di Cosenza.
Giuseppe Calabrese, agricoltore e produttore nonché proprietario dell’azienda, si occupa dei suoi 12 ettari, di cui 4 ha vitati e il resto suddiviso tra bosco e uliveto, dal 2007, anno di fondazione dell’azienda.
Acquisita la passione della terra, di coltivarla con cura e in modo tradizionale, dalla nonna Peppina, Giuseppe ha iniziato con la vendita dell’uva a terzi per poi passare nel 2013 ad etichettare la sua prima bottiglia.

Sono trascorsi esattamente trent’anni da quando è stato istituito il Parco Nazionale del Pollino, un territorio magnifico che abbraccia parte del territorio calabrese e parte di quello lucano, per un totale di oltre 190.000 ettari. L’area dove risiedono le tre vigne di questa piccola azienda del giovane agronomo Giuseppe Calabrese, si trova a Saracena, conosciuta soprattutto per la produzione del moscato; solo 4 ettari distribuiti fra i cru Rinni, Piano di Gallo e Pastini, i primi due esposti a nord-est con piante di oltre 40 anni allevate ad alberello, mentre il terzo è il più giovane, dieci anni di vita e piante esposte a nord pieno e allevate a cordone speronato.




Le altitudini variano da 350 a 400 metri s.l.m., Giuseppe ha da subito impostato il lavoro seguendo una visione rispettosa dell’ambiente, non è certificato ma adotta metodo biologico da sempre, in cantina usa lieviti indigeni per la fermentazione, non fa correzioni né interventi con prodotti enologici, la solforosa è sempre molto contenuta, qui siamo sotto i 70mg/l totali. Il vino è stato vinificato e maturato in acciaio e ha seguito un affinamento di 15 mesi in bottiglia, il vitigno è il magliocco dolce, non canino, della piuttosto numerosa famiglia dei magliocchi, fra cui possiamo ricordare il magliocco tondo, il magliocco nero e il magliocco di Ragliano.


Moscato al governo di Saracena - Presidio Slow Food

Il Moscato di Saracena si produce vinificando uve guarnaccia, malvasia, “adduroca” (termine dialettale che sta per profumata) e moscatello (un vitigno locale che non è mai stato censito: non è né moscato di Alessandria, né moscato di Amburgo, e solo a Saracena la coltivazione raggiunge buoni livelli qualitativi). Le percentuali tra le diverse uve possono variare sensibilmente, ma in genere guarnaccia e malvasia sono prevalenti e viene aggiunta solo una piccola quantità di “adduraca”, un vitigno molto profumato e aromatico. Il moscatello, raccolto al giusto punto di maturazione, è appeso su graticci ombreggiati per 15, 20 giorni, per concentrarne, attraverso l’appassimento, zuccheri e aromi. Gli acini disidratati subiscono successivamente un’attenta selezione manuale (normalmente si tratta di un lavoro femminile), seguita da una delicata pressatura. Dopo la vendemmia, guarnaccia, malvasia e adduraca invece sono pigiate e il mosto ottenuto è sottoposto a bollitura per ottenere una riduzione di circa un terzo del totale: questo procedimento determina un aumento del grado zuccherino e quindi del grado alcolometrico. I due mosti sono assemblati e iniziano un percorso fermentativo natural, a secondo dei produttori, in botti di legno o in vasche di acciaio. Il risultato è un vino dal lucente color ambra, intensamente profumato: alle note resinose e aromatiche si uniscono aristocratici sentori di fichi secchi, frutta esotica, mandorle e miele. Al palato mantiene eleganza e finezza, discreta persistenza, buon equilibrio e una piacevole nota amarognola.




Vadduna Longa
Annata: 2019
La viticoltura
Nome vigneto/i: Pastini
Suolo: Medio impasto con forte presenza di ferro e magnesio
Esposizione dei filari: Nord
Altitudine: 650 mt slm
Vitigno/i: Guarnaccia
Portainnesto/i: 1103 paulsen; 775 paulsen
Forma di allevamento: cordone speronato
Età media delle viti: 5 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 800
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1,5
Produzione per ettaro (q/ha): 12
Trattamenti (tipologia e frequenza): Biologico, rame e zolfo; in base al clima
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): Letame, 1 volta ogni 2anni
Data inizio vendemmia: prima decade d’ottobre
Modalità di vendemmia : Manuale in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi : No
Certificazioni : Biologico

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: Meccanica
Modalità di pressatura: Soffice
Vinificatori in : Acciaio
Macerazione : spontanea senza aggiunta di lieviti
Anidride solforosa e/o acido ascorbico : 25mg/L al travaso
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): no
Metodologia di stabilizzazione: naturale
Filtraggi (se sì, tipologia): sgrossante al travaso e all’imbottigliamento con cartone di cellulosa
Chiarifiche (se sì, tipologia): No
Eventuale affinamento in acciaio (durata): 6 mesi
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi): No
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 4 mesi
Eventuali correzioni: No
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: No
Utilizzo di concentratore: No
Pratiche di “salasso”: No
Resa uva/vino (%): 70%
Numero di bottiglie prodotte: 1000
Tipologia bottiglia : Borgognona
Tappo in (materiale): Sughero

Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 14,00% vol
Acidità (g/l): 7,90
Ph: 3,30
Estratto secco (g/l): 0,11
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 0,0 mg/L
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 37,0 mg/L


  


Pollino terre di Cosenza DOP
Annata: 2016
La viticoltura
Nome vigneto/i: Rinni; Piano di gallo; Pastini
Suolo: Medio impasto con forte presenza di ferro e magnesio
Esposizione dei filari: Rinni e Piano di gallo Nord-Est, Pastini Nord
Altitudine: Rinni 350mt slm; Piano di gallo 350mt slm; Pastini 400mt slm
Vitigno/i: Magliocco
Portainnesto/i: 1103 paulsen; 775 paulsen
Forma di allevamento: Rinni e Piano di gallo alberello adattato a filare; Pastini cordone speronato
Età media delle viti: Rinni 40 anni; Piano di gallo 40 anni; Pastini 5 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): Piano di gallo 5000; Rinni 3500; Pastini 2000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1
Produzione per ettaro (q/ha): Rinni 30; Piano di gallo 50; Pastini 20
Trattamenti (tipologia e frequenza): Biologico, rame e zolfo; in base al clima
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): Letame, 1 volta ogni 2anni
Data inizio vendemmia: prima decade d’ottobre
Modalità di vendemmia : Manuale in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi : No
Certificazioni : Biologico

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: Meccanica
Modalità di pressatura: Soffice
Vinificatori in : Acciaio
Macerazione : 6 giorni, 21 gradi, controllata
Anidride solforosa e/o acido ascorbico : 60 mg/L al travaso
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): No
Metodologia di stabilizzazione: Naturale
Filtraggi (se sì, tipologia): filtrazione sgrossante in imbottigliamento, con cartoni in cellulosa
Chiarifiche (se sì, tipologia): No
Eventuale affinamento in acciaio (durata): 9 mesi
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi): No
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 15 mesi
Eventuali correzioni: No
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: No
Utilizzo di concentratore: No
Pratiche di “salasso”: No
Resa uva/vino (%): 70%
Numero di bottiglie prodotte: 4000
Tipologia bottiglia : Borgognona
Tappo in (materiale): Sughero

Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 13,00% vol
Acidità (g/l): 5,14 g/L
Ph: 3.82
Estratto secco (g/l): 35.4 g/L
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 14 mg/L
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 64 mg/L

  


Peppina Moscato di Saracena
Annata: 2019
La viticoltura
Nome vigneto/i:Pastini
Suolo: Medio impasto con forte presenza di ferro e magnesio
Esposizione dei filari: Nord
Altitudine: 400 mt slm
Vitigno/i: Guarnaccia, Malvasia, Adduroca, Moscato di Saracena
Portainnesto/i: 1103 paulsen; 775 paulsen
Forma di allevamento: cordone speronato
Età media delle viti: 5 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 200
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1,5
Produzione per ettaro (q/ha): 3
Trattamenti (tipologia e frequenza): Biologico, rame e zolfo; in base al clima
Fertilizzanti (tipologia e frequenza): Letame, 1 volta ogni 2anni
Data inizio vendemmia: seconda decade d’ottobre
Modalità di vendemmia : Manuale in cassetta
Utilizzo di uve acquistate da terzi : No
Certificazioni : Biologico
Eventuali notizie aggiuntive inerenti la viticoltura:

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: doppio mosto 1 Pigiadiraspatura soffice dei grappoli di malvasia e guarnaccia, bollitura del mosto. 2 diraspatura manuale dei singoli grappoli di moscato e pigiatura a mano. Assemblaggio dei 2 mosti.
Modalità di pressatura: Soffice
Vinificatori in : Acciaio
Macerazione : 6 mesi
Anidride solforosa e/o acido ascorbico : 28,8 mg/L al travaso
Utilizzo di lieviti selezionati (se sì, tipologia e provenienza; indicare se i lieviti hanno una certificazione No Ogm): no
Metodologia di stabilizzazione: naturale
Filtraggi (se sì, tipologia): sgrossante al travaso e all’imbottigliamento con cartone di cellulosa
Chiarifiche (se sì, tipologia): No
Eventuale affinamento in acciaio (durata): 6/7 mesi
Eventuale affinamento in botte o barrique (tipologia, capacità e n° passaggi): No
Eventuale affinamento in bottiglia (durata): 6 mesi
Eventuali correzioni: No
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: No
Utilizzo di concentratore: No
Pratiche di “salasso”: No
Resa uva/vino (%): 70%
Numero di bottiglie prodotte: 1000
Tipologia bottiglia : Bordolese
Tappo in (materiale): Sughero
     
Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 14 % vol
Acidità (g/l): 6,30 g/L
Ph: 3,57
Estratto secco (g/l):
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 0,0 mg/L
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 17,00mg/L




LISTINO OFFERTA CdG

BIANCO 2019  €.18,30                               €.11,00 ivato
ROSSO 2016 €.18,30                                  €.11,00 ivato
MOSCATO 2019 €.30,50                            €.18,00 ivato (btl 0,35 l)
OLIO 2020 (Verace di Saracena)                 €. 5,00 ivato (btl 0,50 l)

BOX MIX 1 (cassa da 6 btl)                     €.75,00 ivato
2 btl Bianco 2019 + 2 btl Rosso 2016 + 2 btl Moscato 2019


BOX MIX 2 (cassa da 6 btl)                     €.60,00 ivato
2 btl Bianco 2019 + 2 btl Rosso 2016 + 1 btl Moscato 2019 + 1 btl Olio 2020


Spedizione gratuita presso la CdG a Pescara
Spedizione in tutta Italia con contributo


Quantitativi limitati a discrezione della Cantina.

Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 6 AL  13 MARZO 2021 

***************

GdA CdG n.02/2021 - RASICCI


L’azienda venne acquistata nel 1918 da Pietro Rasicci di ritorno dall’America, dove aveva lavorato 15 anni nelle ferrovie. Il figlio, Americo Rasicci, ha condotto l’azienda fino al 2003 e successivamente l’ha affidata ai figli Emanuele e Piero.

L’obiettivo è quello di mantenere l’azienda in agro di Controguerra (TE) nelle sue ridotte dimensioni (Ha.3) cercando di migliorare il nostro vino senza intossicare questo piccolo pezzo di terra che lavoriamo. Tuttavia il lavoro non dovrà prendere il sopravvento sulle relazioni interpersonali e sulla crescita interiore.

Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano, Pecorino e Passerina sono le uve che coltiviamo nei vigneti autoctoni davanti casa – dice Emanuele, laureato in filosofia – Nel corso di una delle tante degustazioni al Leoncavallo, nell’ambito dell’iniziativa La Terra Trema dedicata ai piccoli produttori, il nostro Montepulciano ha attirato l’attenzione di un cuoco che, una volta visitata la nostra azienda e capita la nostra filosofia naturale, ha fatto da tramite per l’esportazione”. (https://www.virtuquotidiane.it/enogastronomia/il-montepulciano-dabruzzo-biologico-di-rasicci-naviga-verso-il-giappone.html)


Emanuele mi ha divertito un mucchio. Rientrato da Milano l’ho subito cercato su Facebook per diventare suo amico e scoprire qualcosa in più di quanto il tempo concessomi avesse permesso. Ho così trovato conferma al sospetto. Emanuele è una sorta di santone yoga teramano, di aspetto bonario e assolutamente nel ruolo. Trentasette anni, alto, magro, biondo e barbuto, sembra dare molta più importanza alle gesta di Sri Prem Baba che al suo vino. D’altronde chi per descriversi nella sua scheda di presentazione scrive: […] L’altro obiettivo è quello di ridurre sensibilmente le ore di lavoro, anche a scapito dei ricavi, per avere più tempo da dedicare alla cura del Sé, entra facile nella mia cantina. Ma lo fa anche perché il suo Montepulciano d’Abruzzo DOCG Colline Teramane del 2008 assomiglia parecchiotto al mio vino quotidiano con qualche aspirazione in più. Namasté Emanuele. (http://www.intravino.com/primo-piano/la-terra-trema-unaltra-fiera-del-vino-e-possibile/)



L’Abruzzo è una tra le regioni più ricche di prodotti agroalimentari. Parlando di vino, il suo vitigno più importante, il Montepulciano, nel passato recente ha dato colore, profumo e corpo a molti vini dell’Italia settentrionale. Da oltre un decennio da origine a vini caratterizzati e di pregio, tra cui Doc e Docg. L’esempio ci viene da tre dei cinque vini di quest’azienda. Iniziando per colore e struttura, il primo è il Controguerra Bianco: un vino sui generis ma di buon corpo. Più interessante e armonico il fruttato e pieno Rosato. Poi è la volta dei tre Montepulciano Docg. Di buona freschezza e sapidità, ma appena fine al naso, il 2010. Più composito, equilibrato e invitante il 2009. Su tutti il 2007: un vino che esprime non solo le qualità del vitigno, ma un pronunciato bouquet e decisa ed equilibrata struttura. Infine altre considerazioni: concimazione con proprio compost, dal 2011 nessuna chiarifica e filtrazione, dal 2012 l’uso di lieviti indigeni, e non ultimo un buon rapporto qualità-prezzo. (http://www.tigulliovino.it/dettaglio_azienda.php?idAzienda=1007)



Montepulciano d’Abruzzo doc

La viticoltura
Suolo: Argilloso
Esposizione dei filari: Sud
Altitudine: 230 metri s.l.m.
Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo
Portainnesto/i: KOBER 5BB
Forma di allevamento: Cordone Speronato
Età media delle viti: 16 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 5.000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1.5 kg
Produzione per ettaro (q/ha): 60
Trattamenti: Idrossido di rame e zolfo in base all’andamento stagionale
Fertilizzanti: No
Data inizio vendemmia: 6 Ottobre
Modalità di vendemmia: Manuale con cassette da 15 kg
Utilizzo di uve acquistate da terzi: No
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): No

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: Diraspapigiatrice
Modalità di pressatura: Pressa soffice pneumatica
Vinificatori in Acciaio inox
Macerazione: 9 giorni, controllata a 28°
Anidride solforosa e/o acido ascorbico: 24 gr./quintale sul pigiato,
Utilizzo di lieviti selezionati: no
Metodologia di stabilizzazione: Freddo invernale
Filtraggi: No
Chiarifiche: No
Affinamento in acciaio per 6 mesi
Affinamento di 1 anno in barriques di 225 litri usate
Affinamento in bottiglia per 2 anni
Eventuali correzioni: No
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: No
Utilizzo di concentratore: No
Pratiche di “salasso”: No
Resa uva/vino (%): 85 %
Numero di bottiglie prodotte: 6.000
Tipologia bottiglia: Bordolese
Tappo in (materiale): Sughero
Destinazione delle vinacce: Fertilizzanti
Produzione di grappe o distillati: No

Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 14.50
Acidità (g/l): 5.87
Ph: N.D.
Estratto secco (g/l): 36.0
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): N.D.
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 8





Colli Aprutini Rosato IGT

La viticoltura
Suolo: Argilloso
Esposizione dei filari: Sud
Altitudine: 230 metri s.l.m.
Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo
Portainnesto: KOBER 5BB
Forma di allevamento: Cordone Speronato
Età media delle viti: 16 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 5000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1.5 kg
Produzione per ettaro (q/ha): 60
Trattamenti: Idrossido di rame e zolfo in base all’andamento stagionale
Fertilizzanti: Solo compost autoprodotto con i residui della potatura
Data inizio vendemmia: 19 Settembre
Modalità di vendemmia: Manuale con cassette da 15/20 kg
Utilizzo di uve acquistate da terzi: No
Certificazioni: No

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: no
Modalità di pressatura: Pressa soffice pneumatica delle uve
Vinificatori in: Acciaio inox
Macerazione: no
Anidride solforosa e/o acido ascorbico: 10 gr./quintale sul mosto
Utilizzo di lieviti selezionati: no
Metodologia di stabilizzazione: Freddo invernale
Filtraggi: sterile
Chiarifiche: No
Eventuale affinamento in acciaio: 6 mesi
Eventuale affinamento in bottiglia: 2 anni
Eventuali correzioni: No
Uso di mosto concentrato/mosto concentrato rettificato: No
Utilizzo di concentratore: No
Pratiche di “salasso”: No
Resa uva/vino: 85 %
Numero di bottiglie prodotte: 2213
Tipologia bottiglia: Bordolese
Tappo in: silicone nomacorc
Destinazione delle vinacce: Fertilizzanti

Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 14,3
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): 6
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 19



Colli Aprutini Bianco IGT

La viticoltura
Suolo: Argilloso
Esposizione dei filari: Sud-Ovest
Altitudine: 230 metri s.l.m.
Vitigno: ½ Trebbiano d'Abruzzo, ¼ Passerina, ¼ Pecorino
Forma di allevamento: Cordone Speronato e Guyot
Età media delle viti: 16 anni
Densità d’impianto (ceppi/ha): 5.000
Produzione per ceppo (kg/pianta): 1 kg
Trattamenti: Idrossido di rame e zolfo in base all’andamento stagionale
Fertilizzanti: No
Data inizio vendemmia: fine agosto
Modalità di vendemmia: Manuale con cassette da 20 kg
Utilizzo di uve acquistate da terzi: No
Certificazioni (biologica, biodinamica, altro): No

L’enologia
Modalità di diraspatura e pigiatura: Diraspapigiatrice
Modalità di pressatura: Pressa soffice pneumatica
Vinificatori in Acciaio inox
Macerazione: 4 giorni, controllata a 28°
Utilizzo di lieviti selezionati: no
Metodologia di stabilizzazione: Freddo invernale
Filtraggi: No
Chiarifiche: No
Affinamento in acciaio per 6 mesi
Affinamento in bottiglia per 2 anni
Resa uva/vino (%): 85 %
Numero di bottiglie prodotte: 1.200
Tipologia bottiglia: Bordolese
Tappo in (materiale): silicone Nomacorc
Destinazione delle vinacce: Fertilizzanti
Produzione di grappe o distillati: No

Le caratteristiche chimiche
Titolo alcolometrico: 14.00
Acidità (g/l): N.D.
Ph: N.D.
Estratto secco (g/l): N.D.
Anidride solforosa libera (mg/l all’imbottigliamento): N.D.
Anidride solforosa totale (mg/l all’imbottigliamento): 31




LISTINO

MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC 2017 (22 mesi di barriques)                                   EURO 10
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC 2016 (12 mesi di barriques)                                   EURO 8
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DOC 2017 (12 mesi di barriques)                                   EURO 8
COLLI APRUTINI ROSATO IGT 2018                                                                                   EURO 7
COLLI APRUTINI ROSATO IGT 2019 (non filtrato)                                                              EURO 7
COLLI APRUTINI BIANCO IGT 2019                                                                                    EURO 7

BOX MIX RASICCI

1 btl per ogni tipologia  (cassa da 6 btl)        EURO 45


Spedizione gratuita presso la CdG a Pescara
Spedizione in tutta Italia a 10€ circa


Quantitativi limitati a discrezione della Cantina.

Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 13 AL  20 FEBBRAIO 2021 

***************

 GdA CdG n.01/2021 - CASCINOTTA DI RIZZOLO



La Cascinotta di Rizzolo è un’azienda storica dei colli piacentini che a fine ‘800 veniva considerata all’avanguardia nell’ambito viticolo dell’epoca.

Oggi tra seminativi, prati, boschi e vigneti la superficie copre circa 85 ettari, solo 3.5 dei quali destinati alla produzione di vino.



I vigneti sono tre: uno in località Cascinotta di fianco alla cantina, esteso per 1.5 ettari scarsi e coltivato con Malvasia di Candia Aromatica, Ortrugo, Barbera e Croatina, un secondo di 1.5 ettari in località Murelli di Sariano, comune di Gropparello, coltivato a Barbera, Croatina e Merlot, mentre il mezz’ettaro rimanente si trova 35 km a sud ovest dall’azienda, a Bobbio in Val Trebbia e vede la principale presenza di Barbera più numerose antiche varietà quasi estinte.

Tutte le coltivazioni aziendali hanno certificazione Biologica dal 2001.

I primi imbottigliamenti ufficiali risalgono al 2003 con Giuseppe Quattrini, perché fino ad allora la produzione vinicola era stata riservata all’ambito famigliare.



Da subito l’azienda si pone l’obiettivo di puntare sui vini fermi da invecchiamento - scelta anomala per la zona - con un Gutturnio (barbera e croatina) e un “taglio bordolese” (cabernet sauvignon e merlot) che in seguito verrà abbandonato, stante la decisione di puntare maggiormente sulle uve del territorio.

Nel 2013 infatti arriva in azienda Vittorio Barbieri che affianca Giuseppe nel rinnovamento dell’impostazione vitivinicola e dà via al progetto bobbiese (prima il Dolcetto, ora la gestione di una vigna storica con i vitigni antichi della zona di Bobbio).


In cantina le vinificazioni sono poco interventiste perché l’obiettivo è di far trovare al vino il giusto equilibrio solo con pratiche rispettose della materia prima che ogni annata mette a disposizione, con l’ausilio del tempo, con l’alternarsi delle stagioni e con tanta pazienza.

La produzione media annua non supera le 10.000 bottiglie.



Cascinotta Bianco 2017

VINO BIANCO

Vigne: 1.3 ettari in Loc. Cascinotta, podere Cà Preda, in Val Nure a pochi metri dalla cantina. Impianto del 2012 su suoli limosi-argillosi non calcarei e ricchi di ferro tipici delle Terre Rosse Antiche.

Vitigni: 50% Malvasia di Candia Aromatica, 50% Ortrugo

Altitudine: 200-215 metri slm

Gestione dei vigneti: Vigna condotta in regime di Agricoltura Biologica certificata. No concimazioni.

Vendemmia: 24-25 agosto 2017

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 9 giorni senza aggiunta di lieviti selezionati industriali (pied de cuve), affinamento in acciaio per 7 mesi. Niente chiarifiche, né filtrazioni. Imbottigliamento: aprile 2018.

Bottiglie prodotte: 1.050



Cascinotta Bianco 2018

VINO BIANCO

Vigne: 1.3 ettari in Loc. Cascinotta, podere Cà Preda, in Val Nure a pochi metri dalla cantina. Impianto del 2012 su suoli limosi-argillosi non calcarei e ricchi di ferro tipici delle Terre Rosse Antiche.

Vitigni: 60% Malvasia di Candia Aromatica, 40% Ortrugo

Altitudine: 200-215 metri slm

Gestione dei vigneti: Vigna condotta in regime di Agricoltura Biologica certificata. No concimazioni.

Vendemmia: 24-28 agosto 2018

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 9 giorni senza aggiunta di lieviti selezionati industriali (pied de cuve), affinamento in acciaio per 8 mesi. Niente chiarifiche, né filtrazioni. Imbottigliamento: maggio 2019.

Bottiglie prodotte: 950


Fauniano 2016

VINO ROSSO

Vigna: loc. Fognano (Bobbio), sponda destra del fiume Trebbia con esposizione ovest-sud ovest. Anno di impianto: 1993-1994

Vitigno: dolcetto. Il 20% appartiene al tipico clone bobbiese a raspo rosso, la parte restante è un clone proveniente da Dogliani

Altitudine: 400-450 metri slm

Suoli: argillo-calcarei

Gestione dei vigneti: Vigna condotta in regime di Agricoltura Biologica Certificata. No concimazioni.

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 10 giorni senza aggiunta di lieviti selezionati industriali (pied de cuve), affinamento in acciaio per 8 mesi. Niente chiarifiche, né filtrazioni. Imbottigliamento: maggio 2017.

Bottiglie prodotte: 1.500


Erba Grassa 2018

VINO ROSSO

Vigne: loc. Erba Grassa (Comune di Bobbio), nella valle del Bobbio, una piccola e stretta valle laterale che prende nome da un affluente del fiume Trebbia. Si tratta di due vigneti confinanti (per un totale che non arriva a mezz’ettaro), uno piantato a giropoggio nel 1948 prevalentemente con barbera, l’altro è una pergola piantata tra il 2004 e il 2005 con vitigni storici. L’annata 2018 è stata ottenuta per il 65% dalla vecchia vigna, la parte restante proviene dalla vigna più giovane.

Vitigni: antiche varietà bobbiesi (tra cui crova, mostarino, aleatico, stciucaera, bonarda) più altre diffuse anche nel resto della provincia (barbera e croatina), più una piccola parte di sangiovese.

Altitudine: 450-500 metri slm

Suoli: argillo-calcarei

Gestione dei vigneti: completamente manuale, trattamenti fitosanitari con rame e zolfo. No concimazioni.

Vendemmia: 23 settembre 2018

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 7 giorni senza aggiunta di lieviti selezionati industriali (pied de cuve), affinamento in acciaio per 8 mesi. Niente chiarifiche, né filtrazioni. Imbottigliamento: maggio 2019.

Bottiglie prodotte: 1.050


Gutturnio Superiore Dongardo 2015

VINO ROSSO DOC

Vigna: loc. Murelli di Sariano, comune di Gropparello in Val Vezzeno, con esposizione sud est. Anno di impianto: 2003-2004

Vitigni: barbera 65% - croatina 35%

Altitudine: 300-350 metri slm

Suoli: argilloso-limosi non calcarei. La zona rientra nella fascia delle Terre Rosse Antiche rosse, ma si trova al confine con le sabbie del Piacenziano

Gestione dei vigneti: agricoltura Biologica certificata dal 2001. No concimazioni. Inerbimento totale spontaneo.

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 15 giorni senza aggiunta di lieviti selezionati industriali (pied de cuve), affinamento in acciaio per 32 mesi. Niente chiarifiche, né filtrazioni. Imbottigliamento: maggio 2018

Bottiglie prodotte: 1.600



Gutturnio Superiore Dongardo 2007

VINO ROSSO DOC

Vigna: l’annata 2007 proviene da due diverse vigne. Una è sita in loc. Murelli di Sariano, comune di Gropparello in Val Vezzeno, con esposizione sud est, anno di impianto 2003-2004. L’altra è stata piantata negli anni ’50 in loc. Cascinotta accanto alla cantina, sempre con esposizione sud est ed espiantata nel 2010.

Vitigni: barbera 65% - croatina 35%

Altitudine: 300-350 metri slm per la vigna di Sariano, 200-215 metri slm per quella della Cascinotta

Suoli: argilloso-limosi non calcarei. I vigneti rientrano nella fascia delle Terre Rosse Antiche rosse

Gestione dei vigneti: agricoltura Biologica certificata dal 2001. No concimazioni. Inerbimento totale spontaneo.

Vinificazione: pigia-diraspatura, macerazione sulle bucce in cemento per 16 giorni con aggiunta di lieviti selezionati industriali; affinamento parte in acciaio, parte in barriques di secondo passaggio (25%). Niente chiarifiche, né filtrazioni.

Bottiglie prodotte: 2.500



LISTINO

Cascinotta Bianco 2017 (malvasia e ortrugo, macerazione sulle bucce, 13.5% alcol) 12 €
Cascinotta Bianco 2018 (malvasia e ortrugo, macerazione sulle bucce, 13% alcol) 13 €
Fauniano 2016 (dolcetto, 12.5% alcol) 12 €
Erbagrassa 2018 (antiche varietà a bacca rossa, 12% alcol) 16 €
Gutturnio Superiore Dongardo 2015 (barbera e croatina, 14% alcol) 14 €
Gutturnio Superiore Dongardo 2007 (barbera e croatina, 15.5 alcol) 23 € 



OFFERTA CdG

BOX 1 (ORANGE BOX) €.65,00

N. 3 Cascinotta Bianco 2017
N. 3 Cascinotta Bianco 2018

BOX 2 (BOBBIO BOX) €.75,00

N. 3 Fauniano 2016
N. 3 Erbagrassa 2018

BOX 3 (GUTTURNIO BOX) €.95,00

N. 3 Gutturnio Superiore Dongardo 2015
N. 3 Gutturnio Superiore Dongardo 2007

BOX 4 (CASCINOTTA BOX) €.75,00

N. 1 Cascinotta Bianco 2017
N. 1 Cascinotta Bianco 2018
N. 1 Erbagrassa 2018
N. 1 Fauniano 2016
N. 1 Gutturnio Sup. Dongardo 2015
N. 1 Gutturnio Sup. Dongardo 2007

BOX 5 (A TUA SCELTA) SCONTO 10% SUL LISTINO

N. Cascinotta Bianco 2017 
N. Cascinotta Bianco 2018
N. Erbagrassa 2018
N. Fauniano 2016
N. Gutturnio Sup. Dongardo 2015
N. Gutturnio Sup. Dongardo 2007


Spedizione gratuita presso la CdG a Pescara
Spedizione gratuita a casa con un ordine di almeno 100 €
Spedizione in tutta Italia a 15/20€ entro i 100 kg.

 

Quantitativi limitati a discrezione della Cantina.

Ordini a confraternitadelgrappolo@gmail.com
Info 3287347561

NOTA BENE
Una doverosa precisazione va fatta ora per fugare idee nate a seguito dei GdA da noi proposti negli ultimi anni: queste promozioni sono da intendersi volte al solo scopo culturale, di comunicazione e condivisione. Non è contemplato pertanto alcun progetto di lucro e questa attività circoscritta di vendita diretta non vuole assolutamente interferire con il mercato locale né tanto meno con chi del commercio di vini fa il proprio mestiere.

I prodotti sono e saranno sempre proposti ad un prezzo scontato a piacimento dal produttore, per un quantitativo limitato nel tempo e nel numero di bottiglie a disposizione del GdA.

OFFERTA PROMOZIONALE VALIDA DAL 16 AL  23 GENNAIO 2021 





Nessun commento:

Posta un commento